Archivio

margherite
In questa sezione troverete una frase, una poesia, un brano breve o lungo di uomini e donne più o meno noti del mondo della letteratura, psicologia, cinema, teatro, arte etc…che cambierà di mese in mese. Spesso questi personaggi del passato o contemporanei possono esserci di spunto, guida nel cammino, possono entrare a far parte del nostro mondo interiore, rinsaldandolo e arricchendolo. Questo l’auspicio che esprimo nel proporli, di mese in mese.

Maggio 2016

Il ritorno decisivo a se stessi è nella vita dell’uomo l’inizio del cammino, il sempre nuovo inizio del cammino umano. Ma è decisivo, appunto, solo se conduce al cammino: esiste infatti anche un ritorno a se stessi sterile, che porta solo al tormento, alla disperazione e a ulteriori trappole (…). La nostra autentica missione in questo mondo in cui siamo stati posti non può essere in alcun caso quella di voltare le spalle alle cose e agli esseri che incontriamo e che attirano il nostro cuore; al contrario, è proprio quella di entrare in contatto, attraverso la santificazione del legame che ci unisce a loro, con ciò che in essi si manifesta come bellezza, sensazione di benessere, godimento.“
Martin Buber (1878-1965)  Filosofo e pedagogista ebreo austriaco – Il Cammino dell’uomo

Giugno 2016

Perchè dovremmo avere una fretta così disperata di aver successo? se un uomo non tiene il passo dei suoi compagni, forse è perchè sente un tamburino diverso. Che marci secondo la musica che sente, qualunque ne sia il ritmo o comunque sia lontana.
Henry David Thoreau – Walden

Luglio 2016

Come si fa ad esprimere il compimento della relazione? Con La danza: “voltati, voltati, girati…” . La danza è “rielaborare” un certo modo di cadere, e trasformare il cadere in una cosa bella nella cosa più bella nel movimento più bello.La danza è un essere continuamente in squilibrio, ma rende questo squilibrio, questa caduta, questo venir meno, questo sbilanciamento nel movimento più bello che sia in un corpo umano. La danza mette in evidenza la bellezza di ogni parte del corpo, ma attraverso l’imitazione di una caduta, di una ricaduta, di un pericolo del corpo, di un movimento che potrebbe fargli male. Anche in questo la danza è l’emblema della nostra vita.
Jean-Paul Hernàndez

Agosto 2016

Attendere è un’arte che il nostro tempo ha dimenticato. Chi non conosce la beatitudine acerba dell’attendere, cioè il mancare di qualcosa nella speranza, non potrà mai gustare la benedizione intera dell’adempimento.
Dietrich Bonhoeffer

 

Settembre 2016

“Vorrei che anche quando il silenzio avvolge le nostre vite esso abbia la forma della dignità e non dell’indifferenza”.
Eugenio Borgna- Psichiatra italiano, esponente della psichiatria fenomenologica

Febbraio 2017

“La parola nuova diventi il volto dell’altro, un volto da capire, da rispettare, da accarezzare”
Emmanuel Levinas – filosofo francese di origine ebraico-lituane

Marzo 2017

Ecco l’uomo.
Chi lo conosce non lo conosce,
chi non lo conosce lo conosce.
Poichè giunge di soppiatto,
entra dalla porta disattesa,
dal grande altrove, dal versante
sempre inaudito dell’esistenza umana.
Sentirlo è sempre ascoltare al fondo di sè
la realtà più nascosta,
al di là delle oscure trame del desiderio;
sentirlo coincide con ciò che in noi
è la  più intima, più personale, più netta realtà”
Maurice Bellet – filosofo francese

Aprile 2017

Noi siamo chiamati nelle nostre parole e nelle nostre azioni a non spegnere in noi e negli altri la speranza
Eugenio Borgna  – Psichiatra italiano

Maggio 2017

“La nostra libertà, una volta divenuta intera nell’imparare a partire e a lasciar partire, è la sola a consentirci di andare incontro all’altro”
 Roberto Mancini , professore di filosofia e membro del Comitato scientifico della Scuola di Pace di Senigallia

Novembre 2017

“Il fine della terapia consiste nel far sì che il paziente non dipenda dagli altri e scopra fin dal primissimo momento che può fare molte cose, molte più cose di quelle che crede di poter fare.”
Fritz Perls

Dicembre 2017

“Dovremmo sapere che nella vita non tutto è dicibile, e non tutto è esprimibile; e non dovremmo illuderci di poter spiegare i pensieri che abbiamo, e le emozioni che proviamo, con le sole parole chiare e distinte.”
da “La fragilità che è in noi” di Eugenio Borgna – Psichiatra

Gennaio 2018

“Cambia ciò che è superficiale
e anche ciò che è profondo
cambia il modo di pensare
cambia tutto in questo mondo.
Cambia il clima con gli anni
cambia il pastore il suo pascolo
e così come tutto cambia
che io cambi non è strano.
Cambia il più prezioso brillante
di mano in mano il suo splendore
cambia nido l’uccellino
cambia il sentimento degli amanti.
Cambia direzione il viandante
sebbene questo lo danneggi
e così come tutto cambia
che io cambi non è strano.
Cambia, tutto cambia
cambia, tutto cambia
cambia, tutto cambia
cambia, tutto cambia.
Cambia il sole nella sua corsa
quando la notte persiste
cambia la pianta e si veste
di verde in primavera.
Cambia il manto della fiera
cambiano i capelli dell’anziano
e così come tutto cambia
che io cambi non è strano”
 Mercedes Sosa  (1935-2009) – Cantante Argentina

Febbraio 2018

” La parola nuova  diventi il volto dell’altro, un volto da capire, da rispettare, da accarezzare. “
Emanuel Levinas

Marzo 2018

Si può fare si può fare
si può prendere o lasciare
si puo` fare si può fare
puoi correre o volare
puoi cantare
puoi gridare
puoi vendere e comprare
puoi rubare e regalare
puoi piangere e ballare
si può fare si può fare
puoi prendere o lasciare
puoi volere, puoi lottare
fermarti e rinunciare
si può fare si può fare
puoi prendere o lasciare
si può crescere o cambiare
continuare a navigare
Angelo Branduardi – cantautore e violinista

Aprile 2018

“Sono molti quelli che dedicano la propria esistenza a realizzare una loro concezione di come ‘dovrebbero’ essere, invece di realizzare se stessi.”
Fritz Perls

Maggio 2018

Ogni acquisto ha il suo luogo giusto
E NON TUTTE LE STRADE SONO UN PERCORSO.
Raro è trovare una cosa speciale
nelle vetrine di una strada centrale
Per ogni cosa c’è un posto,
ma quello della meraviglia
è solo un po’ più nascosto”
da Negozio di antiquariato di N. Fabi

Luglio 2018

“Ama ,saluta la gente, dona, perdona, ama ancora e saluta.
Ama, dai la mano, aiuta, comprendi,
dimentica e ricorda solo il bene.
E vai, vai leggero dietro il vento e il sole e canta.”
David Maria Turoldo – filosofo, poeta, scrittore e poeta italiano (1916- 1992)

Ottobre 2018

“L’amore scorge e schiude […] le possibilità di valore nel tuo amato. Anche l’amore, nel suo penetrante sguardo spirituale, anticipa qualcosa: si tratta delle possibilità personali, non ancora realizzate, che la persona amata, nella sua concretezza, ancora nasconde in sé.”
Victor Frankl

Novembre 2018

image

Dicembre 2018

Charles Schulz  (1922-2000) Fumettista
“Il compito dello psicoterapeuta, contrariamente ad un diffuso malinteso, non è affatto quello di «trovare» cos’è che non va nel paziente per poi poterglielo «dire». Altri glielo «avevano già detto» per tutta la sua vita e, nella misura in cui ha accettato le parole altrui, egli stesso «se lo diceva». […] Il lavoro dello psicoterapeuta non consiste nemmeno nell’imparare delle cose riguardo al paziente per poi insegnargliele, bensì insegnare al paziente come imparare ciò che concerne se stesso. Questo significa che il paziente deve diventare direttamente consapevole di come realmente funzioni in quanto organismo vivente; e questo avviene sulla base di esperienze concrete e non verbali”.
Fritz Perls

Marzo 2019

“Nel semplice incontro di un uomo con l’altro si gioca l’essenziale, l’assoluto: nella manifestazione, nell’«epifania» del volto dell’altro scopro che il mondo è mio nella misura in cui lo posso condividere con l’altro. E l’assoluto si gioca nella prossimità, alla portata del mio sguardo, alla portata di un gesto di complicità o di aggressività, di accoglienza o di rifiuto”
Emmanuel Lévinas (1906-1995)

Maggio 2019

“Se c’è qualcosa nel bambino che desideriamo cambiare, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi”
C. G. Jang 

Giugno 2019

“Ci preoccupiamo di quello che il bambino diventerà domani, eppure dimentichiamo che lui è qualcuno già oggi”
Stacia Tausher
 Riflessione del mese